Sant'Antonio di Padova dei padri Rogazionisti in Circonvallazione Appia - Roma 

IV DOMENICA DI QUARESIMA. LA LUCE E’ VENUTA NEL MONDO

on .

GESU LUCE

CRISTO È LA NOSTRA GIOIA. E' questo in sintesi il messaggio che ci arriva dalla parola di Dio della quarta domenica di Quaresima, chiamata “Laetare”, cioè della gioia, della letizia.

Dove troviamo, noi cristiani questa gioia vera?

La nostra gioia piena sta nel fatto che Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.

Dio ha amato: la bellezza di questo verbo al passato, per indicare non una speranza o una attesa, ma una sicurezza, un fatto certo. Noi non siamo cristiani perché amiamo Dio. Siamo cristiani perché crediamo che Dio ci ama.

Parole da riassaporare ogni giorno e alle quali aggrapparci forte in tutti i passaggi della vita, in ogni caduta, in ogni notte, in ogni delusone. Non c'è fede senza amore, senza opere di amore. Non sono le opere a salvarci, ma è il non amore che mi toglie la salvezza già offerta e donata.


Le tante domande di Nicodemo a Gesù, come racconta il Vangelo di questa domenica, e la sua fatica a capire quello che Gesù gli dice le sento in sintonia con le tante nostre domande e le nostre fatiche di capire e vivere il Vangelo.

La notte che avvolge Nicodemo è la notte di ogni uomo e di ogni donna. Anche noi abbiamo bisogno della Luce che innalza e ridona la speranza, nel credere che la vita ha significato non per quello che riusciamo a produrre, ma per quanto si è capaci di amare. Credere non tanto che Dio esiste ma che Egli mi ama. Credere che la mia vita si illumina e diventa luminosa grazie all'amore di Dio per ciascuno di noi.

Questa vita mortale, nonostante i suoi travagli, i suoi oscuri misteri, le sue sofferenze, la sua fatale caducità, è un fatto bellissimo, un prodigio sempre originale e commovente, un avvenimento degno d'essere cantato con tanta gioia, e vissuto con amore.

Dietro la vita, dietro la natura e l'universo, Tu o Dio ce lo hai rivelato, sta l'Amore. Grazie, o Dio, grazie a te, o Padre.

UA-90394871-1