Sant'Antonio di Padova dei padri Rogazionisti in Circonvallazione Appia - Roma 

PREGARE PER LE VOCAZIONI COMPITO DELLA COMUNITA’ ECCLESIALE.

on .

pregare voc

UNA CHIESA LOCALE IN CUI NON SIA VISIBILE UNA PRESENZA E IL MINISTERO DELLE VARIE VOCAZIONI, È UNA CHIESA SICURAMENTE MANCANTE, INCOMPLETA. Tutte le vocazioni, ma soprattutto le vocazioni sacerdotali e alla vita religiosa, perché rappresentano un modo radicale di vivere il Vangelo, diventano essenziali per la stessa costituzione e per la vita della Chiesa. Pregare per le vocazioni non è quindi richiesto per un bisogno momentaneo o locale, solo perché mancano le vocazioni, esso fa parte invece della stessa struttura della Chiesa, è per esigenza di vita.

Per Sant’Annibale Maria Di Francia pregare per le vocazioni è un modo concreto per realizzarsi come vocazione. Per questo egli non volle che tale preghiera rimanesse privilegio esclusivo delle due Congregazioni religiose da lui stesso fondate, ma doveva, a suo parere, diventare la vera preghiera delle comunità ecclesiali.

Si prega infatti per tanti motivi, per ottenere la pioggia, per evitare il cattivo tempo, per scampare dai terremoti, dalle guerre, si prega per tante necessità che sembrano talvolta secondarie, e si dimentica invece di pregare perché il Signore non faccia mancare gli operai santi nella sua messe, nella consapevolezza che questa specifica preghiera per le vocazioni, sarà stimolo per una vita cristiana più coerente, più responsabile, pìù direttamente sentita e vissuta come vocazione.

UA-90394871-1