Sant'Antonio di Padova dei padri Rogazionisti in Circonvallazione Appia - Roma 

PRIMA DI ESSERE SEPOLTO NELLA TOMBA, GESÙ VIENE CONSEGNATO FINALMENTE A SUA MADRE.

on .

 

Prima di essere sepolto nella tomba, Gesù viene consegnato finalmente a sua Madre.

E’ l’icona di un cuore strappato che ci dice che la morte non impedisce l’ultimo bacio della Madre al Figlio suo.

I Vangeli non parlano di ciò che ella ha provato in quell'istante. è come se gli Evangelisti, col silenzio, volessero rispettare il suo dolore, i suoi sentimenti e i suoi ricordi.

O, semplicemente, come se ritenessero di non essere capaci di esprimerli.

Noi conserviamo nelle nostre chiese l'immagine della «Pietà», fissando così nella memoria l'espressione più dolorosa di quell'ineffabile legame d'amore sbocciato nel cuore della Madre fin dal giorno dell'annunciazione.

E’ l’immagine di vita di tante nostre famiglie, che, a tratti, sono travolte da perdite improvvise e dolorose, con un vuoto incolmabile, specie nella morte di un figlio.

Pietà allora significa farsi prossimi dei fratelli e delle sorelle che sono nel lutto e non si danno pace. E’ carità grande prendersi cura di chi sta soffrendo nel corpo piagato, nella mente depressa, nell’animo disperato.

C’è infatti una morte della speranza quando qualcosa va male nella vita, un sentimento di morte che ci avvolge quando siamo soli e siamo abbandonati, quando qualche malattia arriva a limitarci e a farci apparire la vita come senza futuro di felicità. Quanta vita vera c’è nelle nostre parole e scelte? Quanta speranza mettiamo nelle situazioni difficili di vita che affrontiamo? Gesù in attesa della sua Resurrezione ci ricorda che la comunità cristiana è luogo di vita e non sepolcro.

Gesù mi ordina di uscire da me stesso e di fidarmi di lui, perché con lui c’è la vita e non la morte. Egli ordina anche al mio cuore di togliere le pietre che ho messo su certe situazioni di relazioni; mi ordina di togliere la pietra dove ho seppellito l’amore che ancora posso dare al prossimo, anche se non sempre sono stato capito e qualche volta invece rifiutato… Mi ordina di sciogliere le bende di rancore e cattiveria che mi impediscono di andare e di aprirmi alla vita, anche se sono stato ferito o ho ferito qualcuno.

Amare fino alla fine è l’insegnamento supremo lasciatoci da Gesù e da Maria.

E’ la quotidiana fraterna missione di consolazione, che ci viene consegnata in questo fedele abbraccio tra Gesù morto e la sua Madre Addolorata.

UA-90394871-1