Sant'Antonio di Padova dei padri Rogazionisti in Circonvallazione Appia - Roma 

CHIESA E GIOVANI. SESSO E INDIFFERENZA ETICA

on .

 

CHIESA E GIOVANI. SESSO E INDIFFERENZA ETICA.                                                                 

Leggo un paragrafo di un esperto di problemi giovanili, V. Andreoli: “Non conosco giovani buoni e cattivi. Il che equivale a dire né buoni né cattivi. Dipende dalle circostanze. Possono la mattina compiere un’azione addirittura encomiabile e la sera uccidere un tunisino. E’ come se i giovani non avessero consapevolezza dei parametri di riferimento e tutto fosse provvisorio e mutevole.”


Mi chiedo se di fronte a queste tendenze culturali effimere non sia ormai giunto il momento di domandarsi su quale sia ancora l’influenza della Chiesa e della morale cristiana sugli orientamenti e comportamenti giovanili.

Molti sacerdoti oggi dobbiamo confessare di essere stati, in questi ultimi decenni, spettatori di uno scollamento tra la chiesa vista come istituzione e la vita dei giovani. Si è voluto continuare a usare, in materia sessuale, un proprio linguaggio ormai indecifrabile, causando il dileguarsi della generazione giovanile e una solitudine morale nel costruire progetti e comportamenti quotidiani.                       

Spesso la gerarchia ecclesiastica è stata sostituita da un sovraccarico di informazioni e di stimoli sul tema sesso, pubblicizzati dai media, che hanno dato adito a una sottocultura del corpo e alla perdita di qualsiasi riferimento che non sia soltanto fisico e godibile.

In una società che non mostra più interesse e forse non trova il tempo per riflettere sui motivi della sua esistenza, sono ormai scomparsi o non sono più evidenti i valori di riferimento e un codice condiviso di valutazione.

UA-90394871-1