Sant'Antonio di Padova dei padri Rogazionisti in Circonvallazione Appia - Roma 

MA TU O SIGNORE, CONDUCIMI PER MANO, LUCE DI TENEREZZA, FRA IL BUIO CHE MI ACCERCHIA, CONDUCIMI PER MANO.

on .

conducimi

Cupa è la notte e io sono ancora lontano da Casa,

conducimi per mano.

Guida il mio cammino:

non pretendo di vedere orizzonti lontani, un passo mi basta.

Un tempo era diverso: non ti invocavo,

perché tu mi conducessi per mano.

Amavo scegliere e vedere la mia strada,

ma adesso conducimi per mano.

Amavo il giorno abbagliante, disprezzavo la paura,

l'orgoglio dominava il mio cuore:

dimentica quegli anni.

Ma sempre fu sopra di me la Tua potente benedizione.

Sono certo che essa mi condurrà per mano,

per lande e paludi, per balze e torrenti,

finché svanisca la notte e mi sorridano all'alba

volti di angeli amati e per un poco smarriti.

Ma Tu Signore conducimi per mano!

 

CARD. J. H. NEWMAN

PAPA FRANCESCO. NIENTE PIU’ VENDITA DI SIGARETTE IN VATICANO A PARTIRE DAL 2018.

on .

fumare

Nessun profitto è legittimo se mette a rischio la vita delle persone.

Il Santo Padre Papa Francesco ha deciso che il Vaticano terminerà la vendita di sigarette ai propri dipendenti a partire dal 2018.

Il motivo è molto semplice: la Santa Sede non può contribuire ad un esercizio che danneggia chiaramente la salute delle persone.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, ogni anno il fumo è la causa di oltre sette milioni di morti in tutto il mondo. Nonostante le sigarette vendute ai dipendenti e pensionati del Vaticano ad un prezzo scontato siano fonte di reddito per la Santa Sede, nessun profitto può essere legittimo se mette a rischio la vita delle persone.

SOPPRESSIONE E CHIUSURA DELLA COMUNITA RELIGIOSA DEI ROGAZIONISTI A CIRCONVALLAZIONE APPIA, ROMA

on .

chiesa sant antonio

Con lettera del giorno 8 novembre 2017, ottenuto il consenso del Superiore generale e informato l’Ordinario del luogo, il Superiore provinciale della Provincia Italia Centro Nord, Padre Gaetano Lo Russo, cui spetta di competenza la decisione, con il consenso del suo Consiglio ha deciso la soppressione della comunità religiosa dei Rogazionisti a Via Circonvallazione Appia, Roma.

Il nuovo Parroco della Chiesa parrocchiale Sant’Antonio di Padova e il suo Vicario parrocchiale saranno membri della Comunità religiosa in Piazza Asti 10, Roma e ivi risiederanno.

La chiusura definitiva della Comunità è prevista entro la data del 20 novembre 2017.

NESSUNO NASCE PER CASO. NÉ TANTO MENO PER SBAGLIO. LA VITA NON È UN’AVVENTURA, NÉ TANTOMENO UN RISCHIO, MA VOCAZIONE E PROGETTO.

on .

nessuno

Ai tanti ragazzi e giovani che guardano al futuro con un certo smarrimento, condizionati dall'assenza di volontà nello studio, da mancanza di interessi, dalla consapevolezza di aver sbagliato scuola e la paura di ricominciare tutto da capo, con tanta voglia di voler essere il più indipendenti possibile e la smania di far soldi, tanti e subito, per costruire al più presto un proprio futuro, bisognerà presentare la vita non come un’avventura, né tantomeno come un rischio.

La vita è prima di tutto vocazione e progetto. Bisognerà superare con ottimismo i momenti di transizione verso scelte che impegnano il proprio futuro, o che comunque incidono sulle scelte di vita e contribuiscono alla costruzione della stessa.

Non per dire ai giovani quello che devono fare. Le scelte devono nascere da una riflessione condivisa che tenga presenti non solo prospettive future di lavoro, ma progetti di vita coerenti con le aspirazioni dei giovani, l'assunzione della professione come una missione da svolgere con serenità e coerenza, accettando di fare della propria vita un dono, non un possesso egoistico. Il futuro dei giovani ha bisogno di scelte che dichiarino apertamente che cosa è più importante nella loro vita.

ADAMO CALO'. CONFERENZA Incontro Educatori. Roma 2004

LA CHIESA È STANCA, NELL’EUROPA DEL BENESSERE E IN AMERICA.

on .

chiesa stanca

La Chiesa è rimasta indietro di 200 anni. Come mai non si scuote? Abbiamo paura? Paura invece di coraggio? La nostra cultura è invecchiata, le nostre Chiese sono grandi, le nostre case religiose sono vuote e l'apparato burocratico della Chiesa lievita, i nostri riti e i nostri abiti sono pomposi.

Queste cose però esprimono quello che noi siamo oggi? Il benessere pesa. Noi ci troviamo lì come il giovane ricco che triste se ne andò via quando Gesù lo chiamò per farlo diventare suo discepolo… Dove sono da noi gli eroi a cui ispirarci?”

CARDINALE CARLO MARIA MARTINI. Intervista su Corriere della Sera, del 1 settembre 2012

9 NOVEMBRE. DEDICAZIONE DELLA BASILICA LATERANENSE

on .

basilica laterano

Fino dall'antichità più remota si solevano consacrare a Dio con particolare solennità i luoghi destinati al culto divino. È un fatto questo che si verifica nella storia di tutti i popoli, ma specialmente in quella del popolo d'Israele. Tutti infatti sanno quale fosse la magnificenza e la ricchezza del tempio di Gerusalemme, e con quale pompa il re Salomone lo abbia fatto consacrare a Dio. 

Anche la Chiesa di Cristo ebbe fin dai suoi mai i luoghi dedicati al culto; ai tempi della predicazione apostolica, non erano che semplici stanze, ma in seguito si costruirono vere chiese. 

Quando l'imperatore Costantino il Grande, dopo la vittoria riportata su Massenzio, diede piena libertà ai seguaci del Vangelo (313), questi non risparmiarono fatiche e spese per edificare al Signore templi sontuosi, e numerose furono le chiese che vennero fabbricate in quei tempi. Lo stesso imperatore ne diede l'esempio facendo costruire sul monte Celio a Roma, sul luogo dell'antico Palazzo Laterano, una magnifica basilica che fece dedicare al SS. Salvatore.

In essa fu edificata una cappella dedicata a S. Giovanni Battista che serviva di battistero, donde il nome di S. Giovanni in Laterano dato dai Cristiani a quella chiesa. Il Pontefice S. Silvestro la consacrò solennemente il giorno 9 novembre e stabilì che le cerimonie da lui seguite in quella circostanza fossero quelle con cui i cattolici avrebbero dovuto in seguito consacrare i loro templi. 

La basilica del SS. Salvatore, sia per la sua magnificenza, sia per essere stata in antico la residenza dei Sommi Pontefici, fu sempre considerata dai cristiani come la principale, la madre di tutte le chiese del mondo.


La basilica del SS. Salvatore, più volte distrutta durante il corso dei secoli, fu sempre ricostruita, e l'ultima sua riedificazione avvenne sotto il pontificato di Benedetto XIII, che la riconsacrò l'anno 1724. Fu in quest'occasione che venne stabilita ed estesa a tutta la cristianità la festa che oggi celebriamo. 

8 NOVEMBRE 2016. CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA CON PAPA FRANCESCO IN SANTA MARTA. CHI HA VOGLIA DI POTERE O È SLEALE, DIFFICILMENTE PUÒ SERVIRE.

on .

14993329 10210282027428600 3503556456242301421 n

Servo ma libero, figlio e non schiavo

è questo l’aspetto dell’identità del cristiano approfondito da Papa Francesco nell’omelia della messa celebrata nella cappella di Santa Marta in Vaticano, nella mattina di martedì 8 novembre 2016.

15037226 10210282027308597 326901698369119729 n

15027690 10210282028508627 5275410456437411997 n

«Allontana, Signore, ogni ostacolo nel nostro cammino verso di te

perché nella serenità del corpo e dello spirito possiamo dedicarci liberamente al tuo servizio. Che il Signore ci aiuti ad aprire il cuore e a lasciare lavorare lo Spirito Santo, perché tolga da noi questi ostacoli, soprattutto la voglia di potere che fa tanto male, e la slealtà, la doppia faccia e ci dia questa serenità, questa pace per poterlo servire come figlio libero che alla fine, con tanto amore».

14992027 10210282028468626 6530220253808171805 n

14947834 10210282029428650 4960432039027715068 n

Hanno concelebrato con il Santo Padre

il Parroco della Parrocchia di S Antonio a Circonvallazione Appia, Roma, Padre Paolo Bertapelle e i due confratelli collaboratori parrocchiali, Padre Pasquale Maranò e Padre Adamo Calò. Ad essi si aggiunsero una ventina di parrocchiani quali esponenti delle varie organizzazioni parrocchiali.

14938293 10210282027268596 5021572164939316662 n

14993380 10210282029548653 4325604530318370672 n

14993337 10210282030108667 6598457663475508862 n

PADRE ADAMO CALO’. TRASFERITO AD ALTRA SEDE PER NUOVO INCARICO IN CONGREGAZIONE.

on .

adamo angeli

Con Lettera del Padre Bruno Rampazzo, Superiore Generale dei Padri Rogazionisti, in data 7 ottobre 2017, con il parere favorevole del Superiore Provinciale della Provincia di appartenenza Italia Centro Nord,

il Padre ADAMO CALO', Collaboratore parrocchiale presso la nostra parrocchia per l’anno appena  trascorso, viene trasferito presso la Casa Generalizia dei Rogazionisti, in Via Tuscolana 167, Roma,  Settore Ufficio Missionario, con il compito di Direttore responsabile e capo redattore della Rivista “Missioni Rog”.

Un sentito ringraziamento al Padre Adamo per il servizio prestato in questa Parrocchia anche se per breve tempo e un augurio sincero di felice e fruttuosa permanenza nella nuova sede.

UA-90394871-1